:. Home Page
 

Disturbi del Comportamento Alimentare  Riabilitazione Psiconutrizionale


IL CENTRO

L'Unità per i Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA) della Casa di Cura "Villa Margherita" nacque nell'aprile del 1994 con l'intento di sviluppare un modello di trattamento per queste patologie con un approccio multidisciplinare integrato.
Fu costituita fin dall'inizio un'équipe con specialisti di formazione diversa che collaboravano nel trattamento dei pazienti affetti da DCA. I responsabili erano il Dr. Marco Bateni (medico psichiatra) e il Dr. Roberto Ostuzzi (medico nutrizionista) che si avvalevano del lavoro della Dr.ssa Concetta De Salvo (medico), della Dr.ssa Elena Prunetti (psicologa, psicoterapeuta) e della dietista Graziella Poianella.
Un'ala del reparto di psichiatria, allora appena ristrutturato, venne riservata al ricovero di pazienti DCA con la possibilità di occupare 8-10 posti letto.



I primi anni dell'Unità furono dedicati soprattutto alla formazione dell'équipe e degli operatori, con percorsi formativi sia all'interno della struttura sia all'esterno e con il contributo e la collaborazione di esperti a livello nazionale e internazionale allo scopo di definire il percorso terapeutico da attuare. Il prof. Walter Vandereycken del Centro per i DCA dell'Università di Lovanio (Belgio) contribuì in particolare allo sviluppo del modello di cura con alcuni incontri di formazione e supervisione. Il Prof. Ottavio Bosello, medico nutrizionista dell'Università di Verona, e la Dr.ssa Beatrice Bauer, psicologa psicoterapeuta del Centro DIDASCO di Verona, furono invece individuati come consulenti stabili dell'Unità.
Nel tempo si sviluppò un percorso terapeutico che prevedeva una modalità operativa di tipo collaborativo comprendente una parte attiva del paziente.
Già nel corso dei primi anni di vita del Servizio l'équipe si ampliò avvalendosi dell'apporto di un numero maggiore di medici, psicologi, dietisti ed educatori e fu affidata al Dr. Roberto Ostuzzi come unico responsabile.
Dopo circa un anno dall'inizio dell'attività dell'Unità per i DCA venne aperto anche un trattamento in regime di day-hospital, con un accesso previsto dalle 8.00 alle 16.00 per 5-8 pazienti, che ricalcava il programma del ricovero ordinario.
Tra il 1998 e il 1999 fu strutturato il modello di riferimento del Servizio che venne chiamato "PERCORSO DI RIABILITAZIONE PSICONUTRIZIONALE" per significare:

PERCORSO
una "strada" da percorrere insieme al paziente;
RIABILITAZIONE
rieducare e recuperare una funzione e un comportamento persi con la malattia;
PSICO
che comprenda l'aspetto emotivo e psicologico alla ricerca di più consapevolezza anche relativamente al significato personale del sintomo e della sua funzione nella vita del paziente;
NUTRIZIONALE
che dia valore alla parte biologica e ai reali bisogni dell'organismo (fame-sazietà). Il percorso si prefiggeva di ottenere due grandi obiettivi:

  1. MIGLIORARE E MANTENERE IN BUONO STATO DI SALUTE L'ORGANISMO;
  2. MIGLIORARE LA QUALITÀ DI VITA.

Nel tempo il trattamento si è arricchito di altre attività quali la terapia occupazionale e la terapia del movimento, oltre le terapie psicologiche, quelle mediche e gli interventi nutrizionali.
Anche i posti letto sono aumentati divenendo 18 per il ricovero ordinario e 10 per il day-hospital che funziona dalle 8 alle 19 dal lunedì al venerdì.
La Dr.ssa Lorenza Carli ha sostituito la Dr.ssa Elena Prunetti quale referente degli interventi psicoterapeutici dal 2004 e il suo lavoro ha contribuito in modo sostanziale a organizzare il trattamento nella sua struttura attuale.
Il Dr. Roberto Ostuzzi, che ha sviluppato il modello dell'Unità, è stato colpito da una grave malattia che l'ha portato alla morte nel dicembre 2009 e dall'aprile 2010 la Dr.ssa Patrizia Todisco ha accettato l'incarico di Responsabile del Centro. Il suo arrivo ha coinciso con un ulteriore consolidamento del programma terapeutico e con un ampliamento dell'attenzione nei confronti degli eventi traumatici nella storia dei pazienti e del trattamento del Disturbo da Alimentazione Incontrollata.
Negli ultimi anni l'èquipe è ulteriormente cresciuta e cambiata e al momento ne fanno parte un medico psichiatra (Dr.ssa Lucia Ceschin), due medici nutrizionisti (Dr.ssa Federica Francesconi, Dr.ssa Giulia Tognana), 6 psicologi-psicoterapeuti (Dr.ssa Lorenza Carli, Dr.ssa Chiara Cazzola, Dr.ssa Roberta Castegnaro, Dr.ssa Francesca Buscaglia, Dr.ssa Enrica Bucci, Dr.ssa Anna Pillan), 5 dietisti (Sonia Stella, Lisa Nalesso, Ilaria Trivella, Silvia Marchesin, Annamaria Andretta) e tutto il personale infermieristico, gli operatori della terapia occupazionale e del movimento.


LA STRUTTURA

L'Unità per i DCA è dislocata nella parte della Casa di Cura dove si trovano i Servizi Psichiatrici e si compone di:

  • Area segreteria e studi medici (al pian terreno dell'edificio)
  • Reparto ospedaliero
    1. Ricovero ordinario: al secondo piano dell'edificio dove si trovano le camere dei pazienti, la sala multifunzionale, lo studio medico dove si svolge l'attività medica di reparto, l'infermeria, la cucina di reparto
    2. Ricovero in Day-hospital: in un'ala a sé dell'edificio, a pian terreno, con sala polifunzionale, sala da pranzo-cucina di reparto, bagno, due studi per attività individuali e di gruppo
  • Area studi psicologi e terapia del movimento (al pian terreno di un altro edificio)
  • Area terapia occupazionale (al secondo piano di un altro edificio)

PER SAPERE DI PIU'